8 marzo 2016


Tra i progetti vincitori dell’ultimo Bando 100K, quello proposto dal Centro Emofilia Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia riguarda un tema molto importante per tutti gli emofilici: il trattamento dei pazienti che giungono in situazioni di emergenza in un Pronto soccorso a causa di sanguinamenti o traumi. Spesso infatti il personale medico sanitario delle strutture di pronto intervento non conosce adeguatamente l’emofilia e le altre malattie emorragiche congenite (MEC), le modalità di trattamento e non ha a disposizione il farmaco adeguato per garantire un intervento tempestivo ed efficace del sanguinamento.

Il progetto prevede dunque lo studio e la definizione di protocolli e informazioni atte a garantire un’adeguata assistenza al paziente con una malattia emorragica congenita che si reca presso un Pronto Soccorso. L’iniziativa verrà messa a punto all’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia per poi essere diffusa alle diverse strutture della regione Umbria. Il progetto ha poi come obiettivo finale di costruire delle best practices da poi “esportare” anche in altre zone d’Italia.

Come prima cosa verrà realizzato un software dedicato disponibile on-line, accessibile al personale dei Pronto Soccorsi, contenente le informazioni chiave per il trattamento delle urgenze/emergenze emorragiche nel paziente con MEC. Inoltre, i medici del Centro Emofilia, in collaborazione con il personale del Pronto Soccorso, stileranno dei protocolli per definire i tempi e le modalità di trattamento dei pazienti emofilici ed il triage da applicare.

Per sensibilizzare maggiormente il personale dei Pronti Soccorsi, verranno organizzati corsi di formazione sulla patologia emofilica e verranno svolte periodicamente attività di controllo sull’applicazione dei protocolli.

Il progetto in fase di realizzazione a Perugia ha anche come obiettivo secondario di ridurre al minimo le scorte domiciliari dei farmaco e quindi gli eventuali sprechi di prodotto, oltre a indurre nel paziente una rinnovata fiducia nei confronti del Sistema Sanitario e una maggiore tranquillità e competenza nella gestione delle emergenze.

Fondazione Paracelso ritiene infatti che il progetto “Il trattamento in emergenza del paziente emofilico” possa migliorare significativamente la qualità e l’uniformità delle prestazioni assistenziali nei dipartimenti di emergenza del territorio, con significative ricadute sul rischio clinico, sui percorsi diagnostico-terapeutici, sulla qualità della vita dei pazienti e sui costi sanitari.

Compila i campi e iscriviti alla nostra newsletter!
Cognome
Nome:
Email:
Paziente
Parente
Medico
Altro

Fondazione Paracelso Onlus - Via Veratti 2 - 20155 Milano - Tel +39 02 33004126 - privacy - credits