23 settembre 2014


Stare accanto ai pazienti affetti da emofilia vuol dire pure cercare di trovare strumenti, anche piccoli, in grado di creare benessere. Tra questi, abbiamo pensato di far realizzare alcuni libri destinati sia a “tenere compagnia” ai nostri pazienti più piccoli, sia a far conoscere l’emofilia a chi non ne ha mai sentito parlare.

La nostra piccola biblioteca si compone per ora di quattro libri: due documentano progetti sviluppati per i pazienti emofilici e due sono romanzi per bambini, che hanno come protagonisti piccoli emofilici.

Tra i primi, ART Assisted Reproduction Therapy riporta le esperienze del progetto dedicato alla procreazione consapevole, mentre Emozioni e Musica illustra un percorso di musicoterapia dedicato a un gruppo di bambini di età compresa tra i 3 e i 12 anni. Il libro mette in risalto come i loro genitori abbiano compreso che il benessere dei propri figli passa anche attraverso esperienze emozionali e sensoriali, e che “… la musica aiuta a sognare la realtà che vorremmo costruire”.

I due romanzi sono stati scritti con diversi intenti: per tenere compagnia ai ragazzi, per esorcizzare la loro malattia e per far conoscere cosa significa convivere con l’emofilia.

Il primo, Vietato mordere la zia, promosso assieme a FedEmo, è un racconto scritto da Cristina Brambilla e illustrato da Cora Fossati e da un gruppo di giovani artisti; narra le avventure di un ragazzino di 10 anni, affetto da una malattia “seccante” come l’emofilia, che si cimenta nella conquista del castello di famiglia. Attraverso incontri più o meno piacevoli, Sami, il protagonista, imparerà a muoversi nella vita e nel mondo.

Il secondo, Cocomeri in panchina, scritto da Simona Bonariva e illustrato da Umberto Grati, è ambientato in una favelas o meglio in un “morro”, come viene chiamata dagli abitanti che ritengono il termine favelas offensivo; racconta le vicende di un gruppo di ragazzi tra cui c’è un bambino affetto da emofilia. Incontri piacevoli, altri meno, alcuni imprevedibili, fanno da cornice alla storia che culminerà con una partita di calcio.

Un breve recensione dei volumi la puoi trovare sul nostro sito.

Per averne una copia contattaci.

Compila i campi e iscriviti alla nostra newsletter!
Cognome
Nome:
Email:
Paziente
Parente
Medico
Altro

Fondazione Paracelso Onlus - Via Veratti 2 - 20155 Milano - Tel +39 02 33004126 - privacy - credits